Guida PC Case

pc case interno termini hardware

Guida pc case, pensata per chi si avvicina per la prima volta al mondo dell’assemblaggio e non ha le idee molto chiare. Fornisce informazioni di base che per molti utenti sono scontate, ma per qualcuno può essere un primo passo per approfondire determinate tematiche.
Il case è il contenitore del vostro hardware, la scatola dentro la quale verranno installati tutti i vostri componenti. Molto spesso sottovalutato, è invece una parte importantissima del pc che andrete ad assemblare. Considerate che la tecnologia cambia velocemente, costringendovi a cambiare le componenti del computer con una certa frequenza. Un buon case, fatto con materiali resistenti, e dimensionato al tipo di hardware che intendete usare, sarà il vostro componente più longevo. Premettiamo che il case perfetto non esiste, così come non esiste nessun componente perfetto. Quello che dobbiamo capire è quale case è perfetto per le nostre esigenze e fare una scelta intelligente. I case hanno formati diversi, cioè dimensioni di diverso tipo. Vediamoli in generale:

Full Tower e Ultra tower :

Sono case molto grandi, in grado di ospitare molte periferiche ( hard disk, rhoebus, cd rom ecc..) e di garantire, in linea generale, un flusso d’aria maggiore rispetto agli altri formati. Sono case che possono ospitare agevolmente componenti Atx (Advanced Technology eXtended) ed E-aAtx ( Extended Atx). Normalmente ospitano senza problemi le schede video più lunghe sul mercato, dissipatori più alti e consentono di installare un raffreddamento a liquido con facilità. Tutto questo in linea generale, bisogna sempre controllare le specifiche del case che vi interessa e controllare che sia costruito in modo coerente con le vostre necessità. Ciò detto, questo genere di case interessa principalmente a gamers che giocano con componenti high-end o multi gpu, a chi necessita di usare molti hard disk tipo server e agli overclockers. Questo perchè, come abbiamo detto prima, consente di installare sistemi di raffreddamento adeguati per componenti di una certa fascia e per settaggi che aumentano moltissimo il calore all’interno del case.

Mid Tower :

I mid tower sono i case più diffusi tra i possessori di pc desktop. Più piccoli dei full tower, spesso offrono prestazioni simili occupando meno spazio e pesando di meno. La maggior parte delle volte un mid tower è una soluzione adeguata e bilanciata. Anche qui normalmente si possono installare componenti di standard Atx. Ovviamente avrà meno bay ( vani per masterizzatori, dischi ottici, rhoebus ecc..) che un full tower, ma per la maggior parte degli utenti saranno più che sufficienti. In alcuni casi anche l’installazione di sistemi di raffreddamento a liquido non pone problemi, perlomeno fino ad un certo punto.

Mini tower e micro tower:

Questi tipi di case sono in grado di ospitare hardware di formato mini- ItX e micro ATX.I primi non sono adatti per il gaming con hardware highend o per altre attività energivore e che richiedono una buona dissipazione del calore. Sono in effetti case utilizzati idealmente per sistemi a basso consumo energetico, home pc e giochi occasionali per le attività quotidiane meno esose in termini di prestazioni. Non producendo molto calore sono adattissimi per pc silenziosi, potendo essere utilizzati componenti fanless che quindi non producono rumore.
I micro Atx con l’aggiunta di sistemi di raffreddamento a liquido o ventole efficienti più un dissipatore di qualità, possono essere usati per il gaming ad un buon livello. Tuttavia, a parità di costo, rimane preferibile un mid o full tower, che consente una maggiore circolazione dell’aria.

Silenziosità o Raffreddamento :

Questa è la seconda scelta con cui vi confronterete. In generale se un case è molto ventilato è di conseguenza anche più rumoroso e viceversa. Un case chiuso con all’interno materiale fonoassorbente è senz’altro più silenzioso di un case con molti fori o superfici in mesh e tante ventole, ma come potete immaginare il calore che si sviluppa all’interno sarà maggiore. Ciò che produce rumore all’interno di un case non sono solo le ventole. La struttura stessa vibra a seconda del materiale di cui è composto. Le vibrazioni di alcuni componenti quali alimentatore o hard disk concorrono anch’essi al rumore complessivo. In linea generale un equilibrio si ottiene con case di buona fattura, ventole di dimensioni maggiori (180- 200 mm), costruite per essere silenziose e/o a basso regime di rotazione, gommini antivibrazioni e componenti ben disposti all’interno del case compresi i cavi che garantiscano una buona circolazione dell’aria. Se la vostra priorità è un case silenzioso e il vostro hardware non è destinato all’overclock o a sistemi multi GPU, il mercato offre diversi modelli di tipo silent. In caso contrario, la vostra scelta dovrà ricadere su modelli che privilegino la dissipazione del calore e che ovviamente non possono garantire una grande silenziosità.

Polvere :

Il case tende a riempirsi di polvere a causa delle ventole che aspirano l’aria. La pulizia dell’interno è necessaria con una certa regolarità. I case di fattura migliore normalmente hanno in dotazione filtri antipolvere davanti alle ventole in immissione che riducono la quantità di polvere che entra nel case. Se la pulizia del case vi annoia, le cose da verificare sono che i filtri siano abbastanza fitti da essere efficaci e che siano rimovibili con facilità. Se avete optato per un case senza filtri, potete comprarne di magnetici o removibili ad un costo ormai accessibile, oppure usare calze di nylon e costruirveli da voi. Un filtro riduce la quantità dell’aria in entrata, quindi valutate bene i pro e i contro.

Materiali:

Sfatiamo subito un mito, i case in alluminio non sono migliori di quelli in acciaio, almeno non in assoluto. Dipende infatti dalla qualità dell’alluminio con cui sono costruiti. Se troppo leggero il case vibrerà all’inverosimile producendo un rumore intollerabile e amplificando quello prodotto da alimentatore ventole ecc. Se l’alluminio è invece di alta qualità ci si guadagna in leggerezza e anche se di poco (diciamo pure impercettibilmente) in dissipazione del calore essendo questo materiale più conduttore dell’acciaio. Il costo però lievita esponenzialmente. Fate molta attenzione ai materiali, soprattutto se siete persone che cambiano i componenti interni con una certa frequenza. Non è piacevole trovarsi in mano pezzi di plastica che cedono, sportellini che cadono o sedi di viti che si spanano appena stringete un po’. Leggete le recensioni e le schede tecniche così da farvi un’idea precisa di ciò che state per comprare. Preferite case in acciaio o alluminio alle plastiche a meno che non siate limitati dal budget o le plastiche siano di superlativa qualità. I case entry level o sotto diciamo i 70 euro in genere sono di qualità non proprio eccelsa, e necessariamente rinunciano a qualche features o addirittura difettano nell’essenziale. Quindi il mio consiglio è di sforzarsi, magari risparmiando un mese in più di prendere case di fascia superiore.

Spazi interni e componenti:

Prima di acquistare un case decidete quali componenti volete inserirci e se avete in mente futuri upgrade. Non c’è nulla di peggio di non aver preso le misure e trovarsi con un case in cui non entri un dissipatore, un alimentatore o una scheda video. leggete forma e dimensioni di alimentatori, dissipatori e schede video e cercate di capire se entrano perfettamente, se bisogna rinunciare a qualche cage per gli hard disk quando si monta la GPU e se questo vi va bene, se montando ventole laterali queste urtino contro il dissipatore impedendone l’installazione. Pensate prima quante periferiche da 5,25 volete usare ( es lettore cd, rhoebus e lettore schede sono già 3) e quanti HHD o SSD. Se ci sono gli adattatori 5,25″ – 3,5″ e quanti. Insomma siate previdenti.

Per chi si avvicina per la prima volta alla componentistica hardware, abbiamo usato le fotografie tratte dal sito di Cooler master, in particolare del case haf x come esempio per individuare le parti che compongono un case al fine di facilitare l’identificazione delle stesse a chi legge le recensioni e non ha dimestichezza con la terminologia.

Case frontale
Case frontale termini hardware clicca per ingrandire

 

pc case posteriore
pc case posteriore termini hardware clicca per ingrandire

pc case interno termini hardware
pc case interno termini hardware clicca per ingrandire

 

Altri termini che potreste incontrare:

Tray: è la vaschetta presente negli slot per fissare le periferiche (tipo hard disk) e/o adattarli nel caso di misure diverse (3,5″,2,5″ 1,8″).

Gommini antivibrazioni: in genere presenti nel vano alimentatore o tra alcuni componenti, sono piccoli gommini che servono a smorzare le vibrazioni prodotte dalle parti in movimento riducendo il rumore.

PSU: Power Supply Unit, acronimo inglese per alimentatore.

GPU: Graphic Card Unit, acronimo inglese per scheda video.

CPU: Central Processing Unit, acronimo Inglese per processore.

ALL-IN-ONE Liquid Cooler: Sistema di raffreddamento a liquido in kit già assemblato e a circuito chiuso che non necessita di rimbocco del liquido refrigerante.

Dissipatore Ad Aria: Dispositivo alettato spesso comprendente una ventola per dissipare il calore di alcune componenti del Pc. Principalmente  utilizzato per abbassare la temperatura della CPU.